COS’E’ LA CLAUSOLA “FLOOR” – MUTUO

Spesso ci viene chiesto cos’è la clausola “FLOOR” . Abbiamo deciso pertanto di fare chiarezza.

La clausula FLOOR è il tasso percentuale sotto il quale la rata di un mutuo (a tasso variabile) non può scendere.

In seguito al calo dei tassi di interesse negli ultimi tempi, le banche, per tutelarsi, hanno fatto ricorso alla clausola FLOOR. Fino al 2015 nessun istituto di credito prevedeva che il tasso Euribor sarebbe sceso sotto lo zero dunque non c’era alcun motivo di fissare un tasso minimo nei contratti di mutuo. Solo successivamente è stato necessario ricorrere alla clausola floor.

Per chi deve sottoscrivere un contratto di mutuo è utile anche sapere che esiste una clausola contrapposta al FLOOR, denominata clausola CAP che a differenza della prima prevede un tetto massimo della rata di mutuo, un tasso oltre il quale gli interessi non posso salire.  La clausola FLOOR è a favore della banca mentre la clausola CAP è a vantaggio del mutuatario. Quando nello stesso contratto di mutuo sono presenti queste due clausole è automaticamente presente anche la clausola COLLAR.

La clausola COLLAR è una sorta di via di mezzo tra il floor e il cap che considera una fascia compresa fra un minimo e un massimo nel quale la variazione del tasso può oscillare.

Molte banche considerano l’Euribor sempre e comunque pari a zero (nonostante attualmente il tasso tre mesi è sceso a – 0,33%); in tal caso il mutuatario si ritrova a pagare una rata più alta rispetto a quella che regolarmente dovrebbe essere e pertanto è possibile richiedere un rimborso, alla banca erogante, della somma che è stata pagata e non era dovuta

 

 

CONTATTI

E-MAIL: info@sefimgroup.it

WEB: www.sefimgroup.it

TEL e FAX: 0985/777890

 

Write a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.